Ligabue – Ellesette Tour 2007

Roma, 24.11.2007


Come molti di voi già sapete, lo scorso sabato sono andato a Roma per assistere all’ennesimo concerto di Ligabue. Quest’anno l’idea è stata quella di dar vita ad una serie di date (14 per l’esattezza, 7 a Roma e 7 a Milano) per promuovere l’uscita del nuovo disco-dvd, “Primo tempo”. 

La mia giornata alla volta di Roma è iniziata alle 10.45. Partenza ritardata di 20 minuti (Grazie Trenitalia) e viaggio piuttosto breve.
Il tempo è stato nuvoloso per la maggior parte della nostra permanenza, intervallato da poco più di un’ora di pioggia. Questo ha limitato molto le nostre intenzioni iniziali che vedevano un veloce itinerario toccare numerose tappe di Roma. Benché sia riuscito a visitare molto poco della città, devo dire che mi ha sorpreso molto il suo fascino antico ed il buon funzionamento dei trasporti pubblici e delle strutture. Ci ritornerò sicuramente.

Colosseo

 Il Colosseo, ore 15:00

Colosseo


Colosseo

Fontana di Trevi

      
La Fontana di Trevi

La Fontana & me

                    

Arriviamo al Palalottomatica alle 18:25. La struttura è contornata di vetri e presenta tantissime parole illuminate, precedute dai relativi numeri della smorfia (anche se io non ho trovato nessuna correlazione con il significato illustrato in quella napoletana). Ci rechiamo al nostro ingresso, quello per arrivare alla tribuna laterale, ed è subito visibile la minore affluenza rispetto a quella che c’è per l’accesso al parterre.
Alle 19.00 si entra. I posti numerati ci risparmiano lo stress per accaparrarsi la visuale migliore, ma questo non è stato un bene per noi. I posti assegnatici erano molto defilati rispetto al resto del settore. Un vero peccato, considerando il prezzo dei biglietti ed il fatto che avevamo fatto la corsa per acquistarli lo stesso giorno della loro messa in vendita.
Il palco non è molto grande ma è evidente come la disposizione del maxischermo e la passerella che attraversa l’intero perimetro in maniera circolare siano atte a garantire un’esibizione spettacolare.


Alle 21:05 una voce elettronica comincia ad annunciare l’inizio dello show. Tutti si aspettano il cantante di Correggio sul palco, quando invece lo stesso era diametralmente al suo opposto, vicino al suo pubblico. Ha cominciato con Sogni di R &R’ ed ha concluso con l’inedito Buonanotte all’italia.

Questi, nell’ordine, gli altri brani:

Sulla mia strada
Bambolina e barracuda
L’Amore conta
Ancora in piedi
Si viene e si va
Eppure soffia
(Cover del brano di Pierangelo Bertoli)
Ho perso le parole
Questa è la mia vita
Ho messo via
Il giorno dei giorni
Bar Mario
(intervallato da un medley di Jumpin’ Jack Flash dei Rolling Stones, Nato per me, I duri hanno due cuori e Rebel rebel di David Bowie)
Gli ostacoli del cuore
Certe notti
Le donne lo sanno
Piccola stella senza cielo
Balliamo sul mondo
Marlon Brando è sempre lui
Niente paura
Happy hour
Urlando contro il cielo

Palalottomatica

                     

Liga Live

Ligabue Ellesette

Malgrado l’esigua durata dello show (è durato poco più di 2 ore), le canzoni sono state numerose e varie, ed hanno accontentato sia i cultori dei vecchi pezzi che quelli che si sono avvicinati al cantante in tempi più recenti. Una volta sentii un’intervista di Ligabue che affermava il fatto che lui sia costretto a deludere qualcuno nei suoi concerti, a causa del numero ristretto di brani da proporre. Purtroppo devo dire che stavolta il cantante ha deluso me.
Pazienza. E’ stata comunque una forte scarica di emozioni. Emozioni forti che, per quanto mi riguarda, hanno raggiunto l’apice durante l’esecuzione di Piccola stella senza cielo (purtroppo nella versione di Giro d’Italia), in cui una bravissima ballerina ha dato corpo alle parole del brano, fluttuando sospesa nel vuoto. Da brividi.


Discesa in salita

Uno splendido viaggio sulle Colline Romane – Il mistero della "discesa che sale" (QUI)

Nei dintorni di Nemi
Annunci

In giro per Modena…

MODENA

 
Nella stazione di Modena. Arrivati alle 13:03.
MODENA

 MODENA

Piazza Grande, la Cattedrale e la Ghirlandina.

MODENA

Passeggiando per il centro di Modena.

MODENA

Ed ecco il posto più bello in cui sono stato durante la mia breve permanenza a Modena:

IL PARCO DELLA MEMORIA



MODENA

Il Parco Amendola, chiamato anche Parco della Memoria. Un’oasi di pace.

MODENA

MODENA

MODENA