It’s Halloween Time! (2008 Version)

Halloween

 

BUON HALLOWEEN A TUTTI!

 

 Halloween 2008

Annunci

Torna l’ora solare

Vi ricordo che nella notte tra Sabato 25 e Domenica 26 Ottobre, bisogna spostare le lancette dell’orologio un’ora prima: dalle 3.00 a.m alle 2.00 a.m.

Image Hosted by ImageShack.us


Termina  l’ora legale che ci ha accompagnato dal 30 marzo 2008.

 

Buon week-end a tutti!

Venerdi 17…

Venerdi 17 un corno!

 

Non sono superstizioso, per niente. Sebbene vivi nel paese dei curnicielli e della credenza popolare per antonomasia, sono riuscito sempre a tenere fuori dalla mia vita la scaramanzia. Sono solo coincidenze, secondo me.  Oggi però la sfortuna ha voluto rincarare la dose e darmi una bella lezione. 

Come la maggior parte di voi sa bene (QUI), io sono solito venire sul posto di lavoro utilizzando i mezzi pubblici. A Fuorigrotta ci sono strisce blu ovunque, e a fine mese l’utilizzo dell’auto mi porterebbe ad una notevole riduzione del mio stipendio. E poi, quella degli autobus è una mia consuetudine più che decennale e, quindi, presente nel mio metabolismo abitudinario. Oggi, però, c’è stato l’ennesimo sciopero messo in atto da alcune categorie e che comprendeva anche il settore dei trasporti pubblici.
Si va con l’auto, quindi. Tanto non la prendo mai, che vuoi che succeda proprio oggi? Niente attese, niente itinerario programmato e fastidioso. Sfruttiamo la comodità dell’auto, e amen.

Tuttavia, non avevo fatto i conti con il giorno particolare. Ho voluto sfidare la jella, e questa mi ha punito. Arrivo a destinazione, parcheggio nello spiazzale dello Stadio, attraverso la strada e mi soffermo a guardare le prime pagine dei giornali. Dopo pochi secondi alzo lo sguardo e seguo uno spettacolo il cui preludio non presagisce niente di buono: due auto, l’una di fronte all’altra, in prossimità di collisione. Una di queste, una Lancia Y, becca nella fiancata sinistra una vecchia Panda, la quale, per effetto della spinta, arriva a scontrarsi con una macchina posteggiata a pochi metri dall’incidente.
Come dite? Di quale auto si tratta? Ma della mia, naturalmente. Risultato: Il paraurti posteriore leggermente inclinato ed una rientranza nella portiera del portabauli. Unica nota positiva: Nella sfortuna ho avuto la fortuna di trovarmi ancora nei pressi dell’auto, in modo tale da essere stato in grado di prendere le informazioni necessarie per farmi pagare il danno. Ammesso che i ragazzi si confermino brave persone e non facciano storie di nessun genere.

Questo è stato l’inizio del mio venerdì 17.  Una coincidenza grossa quanto un foro nella macchina semi-nuova, in un’insolita giornata senza autobus. Speriamo solo di non trovare altre sorprese oggi.

Quando i media manipolano le menti…

Io odio la violenza.

Da appassionato di calcio mi sento indignato per quello che certa gente è in grado di compiere in nome di un ideale chiamato "ultras" (si badi bene, anche se si parla al singolare bisogna mettere la esse alla fine, altrimenti si arrabbiano) e che non hanno nulla a che vedere con gli interessi della Società e della squadra di calcio che questi signori dicono di sostenere. Queste persone non sono tifosi, non mostrano alcuna partecipazione alle sorti della squadra. Io ci sono stato in contatto, spesso non guardano la partita sullo stadio. Sono troppo indaffarati a friggersi il cervello di erba o di altre sostanze stupefacenti.

Ma c’è la responsabilità oggettiva. Un modo di pensare vecchio almeno di cinquant’anni che implica pene e punizioni alla Società di calcio alla quale queste frange impazzite sono riconducibili.
E così, divieto per i tifosi di seguire il Napoli in trasferta per tutto l’anno e ben tre partite da disputarsi senza la possiblità di vedere i tifosi nelle curve.

E chi ci rimettono? Di sicuro non gli ultras. Chi paga le conseguenze sono la Società di calcio e, soprattutto, i tifosi veri, i quali si vedono vietato l’ingresso allo stadio malgrado abbiano acquistato regolare abbonamento in curva.

Perchè non si cambiano le leggi e non si snelliscono gli iter che portano all’arresto e la carcerazione di questi individui? Dov’è il problema che ci impedisce di adottare regole simili a quelle vigenti in Inghilterra? Diverse culture, dicono. Cazzate.

Dovrei stare qui a parlarvi anche del sistema "due pesi, due misure" utilizzato ai danni del Napoli. Ma mi dilungherei troppo.

Quello che mi preme mostrarvi, invece, è un dossier-inchiesta realizzato da Rainews24 (non una televisionuccia, dunque) e trasmesso ieri sera sulla rete nazionale. Un video che mostra come si sia riusciuta a stravolgere buona parte della realtà dei fatti e che, ancora una volta, ci dà dimostrazione di quanto i media, se vogliono, siano in grado di farci credere quello che fa comodo a determinati soggetti.

Se volete vedere l’altra parte della medaglia, non dovete fare altro che guardare le due parti del dossier.

  TIFOSI ED INFORMAZIONE: LA BUFALA CAMPANA