It’s Halloween Time! (2007 Version)

Halloween

Anche questa volta torna la Notte delle streghe.

Lo scorso anno ho dedicato ben tre post a questo evento: uno descriveva a grandi linee la storia di questa ricorrenza (QUI); il secondo in cui ho cercato di trasmettere ciò che questa festa ha rappresentato per me da piccolo e nel quale, in seguito, ho parlato della leggenda di Jack O’ Lantern (QUI); un altro, il giorno che avrebbe portato ad Halloween, in cui ho descritto il modo in cui cerco di vivere questa notte in tempi recenti e fino ad’oggi (QUI). Tutti e tre sono degli articoli nei quali è racchiusa tutta la semplicità con la quale riuscivo a scrivere in passato. Vale la pena di rileggerli, soprattutto per coloro che un anno fa non erano ancora giunti in questo posto.

Dunque, per quelli che l’anno scorso non c’erano e non hanno avuto modo di leggere il mio consiglio su come passare la notte più terrorizzante dell’anno (in particolare per coloro che domani non saranno incollati a vedere le partite di calcio), copio pari pari il programma della maratona horror che stilai lo scorso anno.

Opzione 2 di 2: Se vi fidate del sottoscritto, ecco per voi una serie di titoli dalla quale scegliere i tre film della notte, a seconda dei vostri gusti in materia:

         Film sui vampiri: Ragazzi Perduti

         Film sugli zombies: L’alba dei morti viventi

         Film sui lupi mannari: Un lupo mannaro americano a Londra

         Film sui Serial Killer: Scream

         Film sugl’eterni assassini: Nightmare – Dal profondo della notte

         Film sugl’eterni assassini: Venerdi 13 – Parte VIII: Incubo a Manhattan

 

Se posso consigliare, metterei Scream a fine serata, in modo da carpirne le numerose citazioni.


Happy Halloween

Annunci

Domani torna l’ora solare

E’ la terza volta che mi capita l’occasione di fare un post del genere. E’ una segnalazione che ho fatto sempre con molto piacere (specie in questo caso, in cui potrò dormire un’ora in più).  Allora…

 

Vi ricordo che nella notte tra Sabato 27 e Domenica 28 Ottobre, bisogna spostare le lancette dell’orologio un’ora prima: dalle 3.00 a.m alle 2.00 a.m.

Image Hosted by ImageShack.us


Termina  l’ora legale che ci ha accompagnato dal 25 marzo 2007.

 

Buon week-end a tutti!

Pensieri leggeri…

E’ stato un buon week-end. Quando riesco a trascorrere del tempo con i miei amici di vecchia data finisce sempre per essere qualcosa di bello da conservare nel ricordo. E poi, il bowling è solo un pretesto per stare insieme. Nessuno prende sul serio la sfida. Ci basta rinnovare quello spirito di spensieratezza che col crescere diventa sempre meno presente in noi.

Venerdì al bowling, dunque. Sabato sono tornato al cinema dopo un bel pò di tempo, per vedere Resident Evil: Extinction. A dir la verità, la scelta è stata dettata prevalentemente da una sorta di devozione verso un videogioco che tante notti da brividi mi ha fatto vivere in passato. Il film non è malaccio, ma ha l’inconveniente di perdersi quasi del tutto nella seconda parte. Ma di questo ne parlerò in altra sede.
Il ritorno al cinema è sempre  coinvolgente, ed il fatto che abbia la fortuna di avere un multisala vicino casa amplifica queste emozioni: l’attesa per l’ingresso, l’odore di pop-corn, l’occhiata ai poster delle prossime uscite. Sarà meglio che mi prepari, la stagione cinematografica si appresta ad entrare nel vivo.
Ma il cinema non è stato l’unico evento di un sabato particolarmente positivo. Il Napoli pareggia con un rocambolesco 4 a 4 in casa della grande Roma, e rimanda al mittente le critiche che scaturiscono sempre da una piazza difficile come la nostra. Peccato solo per l’assenza dei tifosi. Continuo a pensare che queste misure non fanno il bene del calcio, e nemmeno della legalità. I delinquenti continueranno ad agire, in un modo o nell’altro.
Domenica serena, con la vittoria del mondiale di Raikkonen e l’appuntamento con Heroes. Questo telefilm continua a piacermi, soprattutto perchè sono riuscito ad accettarlo nella sua dimensione fumettistica.

Quello che segue è un video con le più belle scene di Lost in translation in cui è protagonista Scarlett Johansson ed i meravigliosi scenari del Giappone. Il brano, nemmeno a dirlo, è Alone in Kyoto degli Air.

In giro per Modena…

MODENA

 
Nella stazione di Modena. Arrivati alle 13:03.
MODENA

 MODENA

Piazza Grande, la Cattedrale e la Ghirlandina.

MODENA

Passeggiando per il centro di Modena.

MODENA

Ed ecco il posto più bello in cui sono stato durante la mia breve permanenza a Modena:

IL PARCO DELLA MEMORIA



MODENA

Il Parco Amendola, chiamato anche Parco della Memoria. Un’oasi di pace.

MODENA

MODENA

MODENA

In viaggio…

Stasera parto per Modena dove domattina incontrerò i miei cugini (dei quali ho già parlato QUI). Questo è un viaggio che avevo promesso di fare diverso tempo fa e che, per un motivo o per un altro, non ho avuto l’occasione di affrontare prima d’ora. Certo, con quello che costano i treni al giorno d’oggi, l’idea di arrivare lì al sabato e ripartire la domenica pomeriggio è una bella botta. Ma tant’è. Ci vado.

Modena è stata sempre motivo di grande fascino per me negli anni scorsi. Lì ci sono, già da qualche anno, i miei cugini ed alcuni miei amici, e pare che se la godano. Da quello che mi raccontano Modena è una città tranquilla, dove soprattutto si lavora sempre. Qualche tempo fa sognavo di salire su per costruire un futuro migliore di quello che mi si prospettava. Qualche tempo fa, non oggi.
Con il tempo (e con molto ritardo) ho capito che ogni città ha i suoi problemi, esattamente come ogni città ha la sua massiccia dose di fascino. Va bene, Napoli è una città particolare. Napoli ti ammalia e ti tradisce. Ma credo che questa città, in quanto grande metropoli, non sia poi tanto diversa da tante altre città del nostro Paese. I problemi di viabilità, gli omicidi (di diversa natura), la mafia e la camorra, la mancanza di lavoro non sono un’esclusiva di questa città. E’ l’Italia ad essere sbagliata.

E dopo avervi resi partecipi di questa riflessione che contavo di fare qui su My World… da tanto tempo, vi lascio con le note di una canzone contenuta nel trailer del film The Butterfly Effect. Quindi, zittite pure Chris Martin dei Coldplay (protagonisti della canzone del mese all’interno della radioblog) e godetevi It’s been a while degli Staind.

Buon week-end a tutti, ragazzi!

It’s all about the time…

Time, time, time
 
Giornata abbastanza tranquilla, qui a lavoro. Il ché non fa altro che aumentare il bisogno di dormire che mi pervade, conseguenza di una notte trascorsa quasi interamente in bianco. Non che mi dispiaccia, l’ho passata a guardare “Wwe No Mercy”. Un buon pay per view, come non se ne vedevano da qualche tempo.
Il problema però è proprio la limitazione di tempo a disposizione che mi costringe a questi tour de force in nome della passione e del diniego verso l’impossibilità di ritagliarmi spazi da dedicare alle mie cose. Non l’accetto.

Approfitto, dunque, dell’argomento per buttare giù di getto questa lista dei desideri infranti dalla mancanza di tempo.

  • Vorrei avere più tempo da dedicare alla mia ragazza, soprattutto per poterla portare in giro senza dovermi giustificare per la troppa stanchezza;
  • Vorrei avere più tempo per tornare a suonare la chitarra (l’ultima volta risale a più di tre mesi fa);
  • Vorrei avere più tempo per passare le tante registrazioni da videocassetta a dvd;
  • Vorrei avere più tempo per andare in palestra o, a limite, a correre;
  • Vorrei avere più tempo da trascorrere con i miei genitori e mio fratello;
  • Vorrei avere più tempo per seguire il wrestling senza ricorrere a maratone notturne per rimettermi al passo con gli episodi;
  • Vorrei avere più tempo da dedicare ai miei amici;
  • Vorrei avere più tempo per ricatalogare i miei dvd e cd;
  • Vorrei avere più tempo per rivedere i film che mi fanno star bene;
  • Vorrei avere più tempo per leggere (attualmente sono alla metà di “Tutto è fatidico” di Stephen King, ed ho in cantina, scalpitanti, la serie a fumetti de La Torre Nera e “Blaze” di Richard Bachman).

Catene…

Man in a mirror


La carissima Laura71 mi ha inserito tra i nominati alla continuazione di questa catena.

No, non sono superstizioso, o almeno non lo sono su queste cose. I motivi per i quali provo a scrivere otto aspetti della mia persona sono per rafforzare la nuova tendenza My World….,  per Laura e perchè in questo periodo sono un pò a corto di creatività. Allora…

REGOLAMENTO
Regola 1: postare il regolamento
Regola 2: parlare di otto fatti a caso e curiosi o che non si sono mai raccontati nel blog che riguardino se stessi in un post dedicato
Regola 3: scegliere altre otto persone da incatenare e dire loro che sono state incatenate.

Let’s start…

1. Ho un cane di nome Peggy, un meticcio volpino bianco e nero (eh si, medito sempre di dipingerla d’azzurro…)
2. Indosso quasi esclusivamente jeans (nel 95% dei casi)
3. All’età di otto anni mi si è spezzato un incisivo, conseguenza di una caduta in seguito ad un salto della corda. Tre anni fa l’ho ricostruito
4. Possiedo una consistente collezione di Topolino che va dal 1988 al 1994
5. Non sono mai stato all’estero
6. Prima di fare l’impiegato, sono stato un aiutante-camionista ed un elettricista
7. Mi sono fidanzato, con quella che è tutt’ora la mia ragazza, all’età di 19 anni;
8. Ho un disprezzo innato misto ad odio invalutabile verso le canzoni neomelodiche napoletane.


Ecco, a questo punto la prassi vorrebbe che io decida i successori…. Ma non mi va. Lancio a chiunque voglia l’invito a continuare la catena.