Sanremo 2019

Sanremo 2019 Logo

 

Il Festival di Sanremo mi piace, e lo sapete. Solo che quest’anno non lo sento. Come ho già spiegato in occasione della passata edizione, non ho una buona affinità col direttore artistico Claudio Baglioni e questo ha un pò smorzato la mia curiosità che, in genere, precede di parecchio quest’evento.

Tuttavia, pur avendo già parlato ampiamente in passato del motivo del mio interesse per questa manifestazione, mi andava di lasciare una traccia della 69esima edizione del Festival qui su My World… 

Questa la lista delle canzoni in gara:

Arisa Mi sento bene
Loredana Bertè Cosa ti aspetti da me
BoomDaBash Per un milione
Federica Carta e Shade Senza farlo apposta
Simone Cristicchi Abbi cura di me
Nino D’Angelo e Livio Cori Un’altra luce
Einar Parole nuove
Ex-Otago Solo una canzone
Ghemon Rose viola
Il Volo Musica che resta
Irama La ragazza con il cuore di latta
Achille Lauro Rolls Royce
Mahmood Soldi
Motta Dov’è l’Italia
Negrita I ragazzi stanno bene
Nek Mi farò trovare pronto
Enrico Nigiotti Nonno Hollywood
Patty Pravo con Briga Un po’ come la vita
Francesco Renga Aspetto che torni
Daniele Silvestri Argentovivo
Anna Tatangelo Le nostre anime di notte
The Zen Circus L’amore è una dittatura
Paola Turci L’ultimo ostacolo
Ultimo I tuoi particolari

Ci credete se vi dico che non avevo ancora dato un’occhiata ai partecipanti? Bene. In quello che sembra essere il Festival dei ritorni, posso dire che, per quanto mi riguarda, l’attenzione sarà puntata sui brani di Arisa, Cristicchi, Renga e Silvestri, mentre scommetto su Nek come vincitore della sfida per la canzone più radiofonica. E poi c’è Ultimo che mi incuriosisce (la sua Ti dedico il silenzio mi sta accompagnando in questo periodo). 

Tanti i superospiti finora confermati, quasi tutti italiani: Eros Ramazzotti, Luis Fonzi, Fiorella Mannoia, Marco Mengoni, Tom Walker, Ligabue, Elisa, Alessandra Amoroso, Andrea Bocelli, Giorgia e Antonello Venditti

Quel che è certo è che, Baglioni a parte, qualcosa resterà nella storia anche quest’anno. Perchè Sanremo è Sanremo. O così mi piace ancora pensare. 

Annunci

Sanremo 2015

sanremo-2015

 

Anche se non riesco più a seguirlo come una volta, Sanremo resta QUESTO.

E, visto che di tempo non ce n’è molto, mi concedo giusto un break per ascoltare una delle canzoni più belle delle ultime edizioni. E’ una poesia piena di rabbia, la consapevolezza di un amore finito. E’ Lasciarsi un giorno a Roma di Niccolò Fabi.

 
 

Gira e rigira… Sanremo ritorna sempre

Festival di Sanremo 2014

Che non sia più la manifestazione di una volta è tristemente vero. Il pubblico fruitore del servizio è cambiato. La generazione presente pare essere disinteressata. Le esigenze sono diverse e i canali di comunicazione sono innumerevoli e dalla ampia facoltà di scelta.

Però Sanremo è Sanremo.

Sanremo è mio padre, negli anni ottanta, che registra le canzoni sulla cassettina per poi ascoltarle in auto (…e attento a staccare sul parlato degli speakers, eh!?).

Sanremo è il periodo dell’anno fatto di profumi di primavera, dei dolci di carnevale,  il risveglio della natura.

Sanremo è indovinare quante canzoni resisteranno alle rughe del tempo e quante finiranno dimenticate.

Sanremo è la sorpresa, il gossip, i duetti indimenticabili.

Sanremo è le contestazioni, i plagi, l’ospite imprevisto.

Sanremo è l’evento. Lo sarà sempre.

 

E allora adesso sapete cosa guarderò stasera in Tv. Come una ricorrenza da onorare, una tradizione da tramandare. Evviva Sanremo.